Jazz e parole: le note di Chet Baker incontrano Cesare Pavese

 

Spettacolo tra musica e teatro con quartetto jazz e voce recitante

 

cesare-pavese-1                chet-baker_2

 

Ideato da

File-Logo-Biglietto-da-visita-Voci-Erranti                                              logo jazz a porter 1

e patrocinato dalla

 

logo

 

 

Chet Baker e Cesare Pavese, due grandi uomini del Novecento che attraverso la loro arte hanno lasciato un segno indelebile nella storia del jazz e della letteratura. Due artisti che hanno narrato la vita cercando le radici dei sentimenti in tutte le loro sfumature e contraddizioni, che sempre hanno messo al centro della loro attenzione le domande radicali dell’esperienza artistica, civile, umana ed intellettuale.

Chet Baker, trombettista, americano, eccentrico, geniale ed eccessivo.

Cesare Pavese, scrittore, piemontese, solitario.

Pavese sogna l’America. Baker ama Torino.

Due vite apparentemente molto distanti e diverse eppure molti sono gli aspetti comuni e condivisi. Distanti per geografia, anagrafe, carattere,entrambi affrontano i temi dell’amore assoluto, del destino, del carcere, dell’ispirazione, del ritorno alla terra, della felicità e della pienezza.

 

L’incontro dell’Associazione Voci Erranti con i Jazz a Porter fa maturare il desiderio di unire le competenze e il piacere di presentare, in una forma semplice e conviviale, l’essenza dei due artisti.

Per presentare i testi di Pavese nella loro modernità ed attualità, per assaporare le note di Baker  nella loro purezza.

“Come se avessi le ali” è una performance che ha per protagoniste la parola e la musica jazz nell’intento di raccontare attese ed illusioni, emozioni e suggestioni.

E’ un modo per dare voce a Baker e Pavese al di fuori dei canoni tradizionali.

E’ occasione per usare linguaggi diversi che si rivolgono a spazi e pubblici diversi ma sempre con un saldo attaccamento alla tradizione ed al territorio.

E’ il desiderio di riscoprire, in modo semplice, la bellezza dell’ascolto.

 

Il Progetto vede la presenza dei musicisti

 

Marco Vezzoso – tromba e flicorno

Fabio Gorlier – piaoforte

Andrea Gavuzzo – batteria

Marco Piccirillo – contrabbasso

e di Adriana Ribotta – voce narrante

 

La durata della performance è di un’ora e venti minuti.

 

I brani scelti per la lettura sono tratti da

La luna e i falò

Il mestiere di vivere

Notte di festa

La casa in collina

Poesie